Ear – Cogenerazione


La cogenerazione è la produzione combinata e simultanea di due tipi di energia, generalmente termica e meccanica, immediatamente convertita tramite un alternatore in energia elettrica, partendo da un’unica fonte energetica, combustibile, attuata in un unico sistema integrato, cogeneratore. Questo sistema di cogenerazione di energia permette di sfruttare appieno le potenzialità del combustibile, ottenendo in tal modo sia un significativo risparmio energetico, che immediatamente si traduce in un tangibile risparmio economico, sia in una importante riduzione dell’impatto ambientale.

Esistono due principali sistemi di cogenerazione:

1. Basata su Motori Alternativi

(Ciclo otto e Diesel) In questi sistemi il calore viene recuperato sia dal circuito di raffreddamento del motore ( e dell’olio a bassa temperatura 50-90°C ), sia dai gas di scarico ad alta temperatura (400-500°C).

2. Basata su Motore a Turbina

Dove il calore viene recuperato in caldaie del tipo a recupero, dove vengono convogliati i gas di scarico in gran volume.


Un impianto di cogenerazione è composto da un motore a scoppio (alimentato a biomasse) viene collegato con un generatore elettrico che produce, in questo modo, energia elettrica. Il motore a scoppio, nel corso del suo funzionamento, genera calore: nei cilindri, nell’olio lubrificante, nei gas di scarico. Questo calore, che normalmente viene disperso nell’ambiente, è completamente recuperato e convertito a sua volta in energia termica attraverso gli scambiatori di calore.
Questo tipo di cogenerazione si rivolge alle attività produttive di piccola e media dimensioni, dove vi sia un uso contemporaneo di energia elettrice e termica.
Per gli impianti di piccola potenza elettrica (< 1 MW), la comunemente adottata tariffa onnicomprensiva comprende sia la componente incentivante sia il prezzo pagato dal GSE – Gestore dei Servizi Energetici – per la vendita dell’elettricità messa in rete. Per gli impianti di media o grande taglia, invece, le due voci sono separate, ovvero si ha il ricavo per la vendita dell’energia prodotta, a cui si somma l’incentivo derivante dal meccanismo dei Certificati Verdi. Nel caso sia venduta anche l’energia termica prodotta in cogenerazione, si ha un ulteriore compenso economico.

Vantaggi della Cogenerazione:

Un risparmio economico conseguente al minor consumo di combustibile;

Una riduzione dell’impatto ambientale, conseguente sia alla riduzione delle emissioni sia al minor rilascio di calore residuo nell’ambiente (minor inquinamento atmosferico e minor inquinamento termico);

Minori perdite di trasmissione e distribuzione dell’energia per il sistema elettrico nazionale, conseguenti alla localizzazione degli impianti in prossimità dei bacini di utenza o all’autoconsumo dell’energia prodotta;

La sostituzione di modalità di fornitura del calore meno efficienti e più inquinanti (caldaie, sia per usi civili sia industriali, caratterizzate da più bassi livelli di efficienza, elevato impatto ambientale e scarsa flessibilità relativamente all’utilizzo di combustibili).