Ear – Fotovoltaico

Un impianto fotovoltaico è un impianto per la produzione di energia elettrica che sfrutta fonti rinnovabili, come il sole. Questa tecnologia premette di trasformare direttamente l’energia solare, incidente sulla superficie terreste, in energia elettrica grazie alle proprietà dei materiali semiconduttori, come ad esempio il silicio.

Composizione impianto Fotovoltaico:

1. Moduli Fotovoltaici

Sono l’elemento principale dell’impianto in quanto la loro esposizione alla radiazione solare determina la produzione di energia elettrica. I moduli fotovoltaici più diffusi sono rettangolari, protetti da un vetro resistente e trasparente; la loro potenzialità si esprime in watt di picco, Wp, e il valore indica la quantità di energia che il modulo è in grado di produrre nell’unità di tempo in condizioni standard.

2. Inverter

E’ un dispositivo elettronico che consente di adeguare l’energia elettrica, prodotta dai moduli, alle esigenze delle apparecchiature elettriche della rete, operando la conversione da corrente continua a corrente alternata.


I moduli fotovoltaici possono essere collocati su un tetto, sia piano che a falda, sulla facciata di un edificio o a terra, con apposite strutture. La decisione circa la fattibilità tecnica si basa nel sito d’installazione dei seguenti requisiti, che dovranno essere verificati dal porgettista/installatore al momento del sopralluogo:

  • disponibilità dello spazio necessario per installare i moduli;
  • corretta esposizione ed inclinazione della suddetta superficie.

Vantaggi del Fotovoltaico:

Inesauribilità della fonte;

Assenza di emissioni inquinanti ed in particolare di gas serra;

Non consumo di combustibili fossili.

L’energia prodotta dall’impianto fotovoltaico può essere ceduta

CESSIONE TOTALE

Il produttore può vendere tutta l’energia prodotta indirettamente tramite il GSE – Gestore dei Servizi Energetici – oppure direttamente in borsa o ad un grossista.

SCAMBIO SUL POSTO

Il produttore può immettere solo quello che non si consuma istantaneamente dell’energia prodotta e quello che si immette va al GSE – Gestore dei Servizi Energetici. L’energia di cui si ha bisogno viene invece acquistata dal gestore pagando una normale bolletta.

Per gli impianti produttori di energia elettrica alimentati da fonte solare è previsto un meccanismo di incentivazione ad hoc, il cosiddetto “Conto Energia”.
Tale sistema consiste nella erogazione di tariffe incentivanti sulla base dell’energia prodotta, per un periodo di 20 anni nel caso degli impianti fotovoltaici.